m.i.o. per il brasile

EVENTI SOLIDALI come feste, spettacoli teatrali, mostre artigianali, aperitivi, pranzi e cene: occasioni per incontrarsi, raccontarsi, conoscere più da vicino e allo stesso tempo sostenere le nostre realtà missionarie.
RACCOLTE FONDI  come appoggio a progetti di sviluppo dei paesi del Terzo Mondo.
LABORATORI DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITÁ presso parrocchie, scuole primarie e secondarie del nostro territorio, per sensibilizzare i giovani all’attenzione verso l’altro, imparando a guardare al di là del proprio naso.
FORMAZIONE continua dei volontari, con lo scopo di inviare personale qualificato nelle aree del mondo ove intende concentrare la propria attività.
CORSI DI FORMAZIONE sull’animazione e sul volontariato sociale, con la testimonianza di chi ha vissuto la missione in prima persona.

Con altri gruppi dell’Operazione Mato Grosso si occupa di vari centri di missione in tre città del Brasile:

CAMPO GRANDE:

Hospital SÃO JULIÃO è l’unico ospedale gratuito in un territorio più grande dell’Italia. Iniziato a ricostruire dai volontari nel 1969 è diventato dal 1997 polo scientifico mondiale per la cura della Hanseniase (lebbra) e molte altre malattie.
Scuola DON FRANCO DEL PIANO, all’interno dell’ospedale, accoglie i bambini dei bairros vicini
CEDAMI, centro di ospitalità e prima accoglienza per i “migranti”.

CORUMBÀ:
La casa CRIPAM presta un’ assistenza diurna a bambini che si trovano in gravi condizioni fisiche a causa di forte denutrizione. Ogni giorno vengono lavati, visitati, curati, vestiti e nutriti fino a 30/40 bambini e alla sera vengono riaccompagnati presso le loro famiglie e spesso viene lasciato del cibo anche per i genitori e i fratelli. Se necessario, vengono lasciate anche le medicine occorrenti per la notte.
Oltre a questo collaboriamo anche con il volontario italiano permanente GIORGIO ROZ che opera direttamente con la popolazione cittadina. La fornitura dei “sacolon” (pacchi viveri) alle famiglie più povere e l’ausilio nella realizzazione di piccole dimore in muratura, sono le azioni primarie di cui si occupa ormai da parecchi anni con l’aiuto dei volontari italiani che lo sostengono.

PARAISO DO LESTE:
Un minuscolo paesino sperduto in mezzo alla vegetazione del Mato Grosso, talmente sperduto che la prima strada asfaltata si trova a circa un’ora e venti di macchina mentre il primo ospedale dista addirittura due ore. A facilitare le cose però, c’è MYRIAM, una volontaria italiana che è un vero e proprio punto di riferimento per ogni volontario che si avventuri da quelle parti e non solo, infatti la sua immagine qui è vista di buon occhio da tutti in quanto da quarant’anni vive e lavora a contatto con la gente del posto. In questi lunghi e difficili anni Myriam ha fatto molto per Paraiso e i suoi abitanti, diventando un vero e proprio punto di riferimento per chiunque, soprattutto per tutti gli studenti della scuola che ogni anno aiuta a completare gli studi.